Pronti per un altro #lunedì pieno di storia cremonese? La scelta di oggi ricade su un quartiere da...

Pronti per un altro #lunedì pieno di storia cremonese? La scelta di oggi ricade su un quartiere dal nome piuttosto curioso...Scopriamolo insieme, si parte 😉 IL QUARTIERE DEL DIAVOLO La parrocchia di Santa Maria in Betlem era raccolta attorno al bastione Caracena o San Giorgio e alla Porta Ladra o Mosa. A metà 1700 aveva 56 edifici con 66 unità immobiliari disseminate tra attuali vie Pedone, Manini, Santa Maria in Betlem e Cadore. Era un quartiere povero e non abitato da famiglie nobili. Aveva varie caserme e una chiesa, sepolcro dei pittori Gatti. Sulla porta della chiesa un dipinto di San Giorgio che uccide il drago (asilo e bastione omonimi ora nei pressi). I pittori Gatti, detti Sojaro, oltre ad esser sepolti in Santa Maria la avevano anche dipinta nel 1500/1600. Gervasio Gatti morì di peste nel 1630 a Cremona. La chiesa fu demolita nel 1790, trasformata in caserma austriaca e poi del Regio Esercito e fu luogo del massacro dell'uno maggio 1945, quando furono fucilate 12 persone definite "fasciste". Al prossimo appuntamento con un altro ricordo della #Cremona del passato 😉 #staytuned Con la gradita collaborazione di Cremona FuoriTempo e Maurizio Mollica #inLombardia #turismocremona #cremonainfopoint #lacremonadierieoggi #throwbackmonday #ViaggioInLombardia

© 2021 Fiera Milano SpA - P.IVA 13194800150
Si è verificato un errore