L’antica Maratea Superiore “Il Castello di Maratea”

una lunga storia...

Mentre si sale lungo la strada che dal centro storico di Maratea porta alla cima di Monte San Biagio ci avvolge l’incanto di uno straordinario e suggestivo paesaggio che, in un unico colpo d’occhio, raccoglie l’intero Golfo di Policastro dal promontorio di Punta Infreschi, area del Parco del Cilento in Campania, alle selvagge vette della Montea, nel Parco del Pollino in Calabria.
Il “Castello”, è chiamata l’area che è stata il sito dell’antica Maratea Superiore della quale, oggi, non rimangono che rovine, cariche di una bellezza misteriosa e affascinante.
I primi insediamenti umani su monte San Biagio si perdono nella notte dei
tempi, recenti ricerche archeologiche hanno restituito tracce risalenti all’età classica con il rinvenimento di alcune strutture murarie, di manufatti ceramici e di monete di età romana. Secondo alcune attendibili ipotesi i primi nuclei abitati furono fondati da gruppi di monaci basiliani che praticavano l’eremitaggio e che in un primo momento sostarono nella splendida grotta naturale detta di San Michele Arcangelo, un posto incantevole e di struggente bellezza che si affaccia a strapiombo sul mare di Maratea, sul versante sud del monte. Al suo interno sono ancora labilmente presenti le tracce di un piccolo affresco rappresentante a sinistra San Michele, Arcangelo guerriero, con in mano una bilancia mentre fa da arbitro nel giudicare i defunti. A destra invece, è raffigurata una crocifissione.
L’affresco sovrastava un piccolo altare del quale non restano tracce. La grotta secondo il curato Iannini è stata la prima chiesa di Maratea. Sul monte non esistono sorgenti d’acqua e questo aveva fatto sviluppare un
perfetto sistema di raccolta delle acque piovane, con una estesa rete di canalette di terracotta che dai tetti facevano confluire l’acqua direttamente nei capienti serbatoi.
Inoltre sono visibili canali scolpiti nella roccia che probabilmente avevano la stessa funzione. Poche sono le tracce che ricordano l’antico Castello del quale furono abbattute le mura e i torrioni di difesa dopo la resa ai francesi nel 1806.

© 2021 Fiera Milano SpA - P.IVA 13194800150
An error has occurred